Io posso.

thetaLe mie migliori conversazioni sono sempre, o almeno spesso…davanti a prelibatezze gastronomiche di ogni tipo. Questo rende particolarmente piacevole non solo il momento della chiacchierata ma anche quello del ricordo!

Così stamattina, davanti ad una brioche ripiena di frutti di bosco e un cappuccino che più schiumoso non si poteva, ho preso una decisione. Comincio a scrivere sul mio blog.

Poi apro faccialibro e leggo uno stato: “Inizia e potenti forze verranno in tuo aiuto.” Non so di chi sia la frase…ma che importanza ha? Il segnale è forte e chiaro.

Così comincio ad ascoltare la voce che tenta di parlarmi da mesi (esattamente sei) e che io faccio tacere con la scusa che ho troppo da fare.  Mi dice incessantemente di cominciare. Di fare il primo passo. Di lasciarmi alle spalle l’ideale di perfezione che non mi molla mai. Mi dice di fregarmene della paura del giudizio di sembrare banale, infantile, romantica e illusa. Mi dice di lasciarmi alle spalle l’ansia da “esibizione”.  Dice che posso permettermi di parlare delle mie esperienze, dei miei vissuti, delle mie emozioni.

Posso.

Io posso farlo non solo per i miei amici ma anche per un pubblico più vasto, posso parlare anche a chi non conosco. Posso condividere, comunicare, creare contenuti e divulgare…soprattutto posso creare valore.

Se ti stai chiedendo cosa ho intenzione di fare ecco…non lo so.

Dove mi porterà questo “io posso” non lo so. So solo che ho cominciato e questo ha un valore inestimabile per me. (Ri)Cominciare, partire di nuovo con un altro progetto tutto mio ha del divino. Un po’come noi donne che si gustano una bella brioche ai frutti di bosco senza sensi di colpa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *