Storia di un amore annunciato. L’incontro tra me e il Theta Healing

Racconto storie da sempre. Se ci penso la mia tesi di laurea è stata una narrazione. Mi ha aperto un mondo inimmaginabile e ha acceso la luce su eventi a cui prima mai avrei dato importanza.

Narrare per me, ha significato squarciare quel velo che divide il reale dall’immaginato e gli ha dato un posto e una forma. Adoro scrivere [chissà se bene o male…ma io, scrivo]

Credo che se non avessi fatto il lavoro che faccio avrei fatto la scrittrice di romanzi (sogno ambizioso eh? siate clementi…è un “solo” un sogno!)

Anche per questo nasce il mio blog. Nasce per raccontare.

Storie, eventi, emozioni, sentimenti, frivolezze, preoccupazioni.

Racconto di me, della mia percezione del mondo e di come, volente o nolente questa mi condiziona a volte tanto, altre meno.

Ma oggi, come primo articolo di questo nuovo progetto, vi racconto di una storia di amore annunciata. Quella tra me e il Theta Healing; la disciplina che applico su me stessa, e su gli altri, ogni giorno e che ho deciso di insegnare.

E proprio come succede alle anime gemelle, ci siamo sfiorati, conosciuti e poi allontanati [tanto] prima di innamorarci perdutamente.

Il nostro incontro è stato del tutto casuale, inaspettato. Un incontro tra due perfetti sconosciuti che si guardano anche un po’ in cagnesco. Ero ad un corso di formazione, uno di quei corsi in cui invece di sentire ed applicarmi ho sbadigliato per tutto il tempo. Credo, ma posso confermare con quasi estrema certezza, di aver più volte pensato e progettato la fuga talmente mi annoiavo.

E meno male che non l’ho fatto!

In quei tre giorni di parole finalmente uno spiraglio di luce: un esercizio. Ricordo che la docente mi usò come cavia per spiegare alla classe l’intento dell’esercitazione e  mi chiese di pensare intensamente ad un desiderio.

Lo feci.

Dopo di che mi chiese di alzarmi ed aprire un libro a caso tra quelli sul tavolo. Quello che avrei trovato sarebbe stata la risposta alla mia precedente manifestazione.

Pensai solo che fosse un gioco simpatico per attivare il nostro stato, oramai nullo, di concentrazione. Non ho preso sul serio nemmeno per un attimo quell’esercizio.

Mi sbagliai…e anche di grosso!

Il libro che decisi di aprire era proprio uno di Theta Healing di Vianna Stibal e la pagina si aprii alla numero 428.

Vuoi sapere la frase che aprendo ho letto? ” Comprendo cosa vuol dire insegnare agli altri secondo la definizione del Creatore di tutto ciò che è”

Le domande che mi feci subito furono 3

  1. Chi era Vianna Stibal?
  2. Cosa era il Theta Healing?
  3. Chi è il Creatore di tutto ciò che è?

Questo gioco, a dirla tutta, mi sembra assurdo.

Torno a casa ma la mia curiosità mi impedisce di dormire, voglio sapere tutto su questo nome mai sentito prima d’ora. Leggo studio scruto osservo. Ero tanto affascinata quanto respinta. Mi sembrava un mondo troppo distante dal mio, il che non era un male di certo…ma non capivo cosa c’entrassi io. Così mi informai sui corsi. Prima di decidere di fare il corso base ci ho impiegato circa 6 mesi. Il mio inconscio si ribellava…ma io non ne avevo idea!

Si ribellò anche durante il primo corso che feci nel settembre del 2011, visto che mi addormentavo spesso durante le letture e gli scavi ( se non sai cosa sono non preoccuparti…te ne parlerò nei prossimi articoli!).

Insomma questa storia d’amore non aveva proprio intenzione di partire. Più mi affascinava più mi allontanavo. Il tipico clichè amoroso. L’immobilismo la faceva da padrone.

Poi succede che è la mia vita a decidere per conto mio e si muove lei per me.  Una importante storia d’amore finisce male, la mia azienda in cui ho messo anima e corpo in crisi e IO che non sapevo più cosa volevo. Insomma senza volerlo (in realtà l’ho voluto eccome) mi ritrovo in piena crisi generazionale. Risultato? Un foglio bianco tutto da riscrivere.

Brancolo nel buio, fino a quando, di nuovo, non trovo il libro di Vianna (quello di cui ti parlavo prima ricordi?) e di nuovo quella frase si manifesta. Penso e sento che qui…è ora di vederci chiaro, di andare fino in fondo…perché o qualcuno cospira o è un segnale forte e chiaro per me.

Opto per la seconda [visto che la prima mi sembra un tantino esagerata] e mi metto a studiare di nuovo ad esercitarmi e a tentare di incastrare tutti quei pezzi che mi mancavano. Frequento gli altri corsi e studio, scavo, leggo e imparo. Si consolida in me la voglia non solo di applicare quello che studio e imparo su di me ma di diffonderlo.

Siamo al 2014 [dal 2011!] e dopo numerosissime peripezie divento insegnante [e ci vorrebbe un’altra ora per raccontarti cosa è successo lì ma mi riprometto di raccontartelo a voce!]

Quindi pensi che la nostra storia di amore sia finalmente decollata vero?

Del resto a chi non piacerebbe un lieto fine immediato?

Nemmeno per idea. Resisto ancora, ma non mollo.

E oggi ho deciso di fare il primo passo verso il consolidamento di questa grande storia d’amore.

Dico al mondo che esisto, e lo dico a me, che insegno anche io e soprattutto…che ne sono felice.

Al prossimo articolo 🙂

 

P.s mi sono dimenticata di dirti quale era il mio desiderio in quell’esercizio di quell’aula noiosissima.

” Avere il coraggio di cambiare lavoro”.

Grazie. E’ fatto E’ fatto E’ fatto.

 

2 commenti
  1. giusy
    giusy dice:

    ciao piccolina!
    in questo narrarti ritrovo tutto quello che provo anch’io per theta healing, un amore che ogni tanto viene a bussare al mio cuore e…tanta ostinazione nel respingerlo.
    Conosco il theta Healing da molto prima di conoscere te, ed è stata un’esperienza unica,ma….i blocchi del mio inconscio mi hanno sempre fermato prima di fare un passo risolutivo.
    Sono stata molto felice quando ho letto del tuo master da insegnante, ed aspetto con ansia che tu comunichi i giorni e il luogo dove farai i tuoi corsi, chi sa forse questa volta riuscirò a fare quel passo.
    che tu possa sentire tutto il mio affetto in un grandissimo abbraccio “anche se virtuale”
    Giusy
    p.s.. ho frequentato i primi 2 corsi ed un giorno se ne avremo la possibilità ti racconterò la mia esperienza.

    Rispondi
    • Alessia
      Alessia dice:

      Ciao Giusy! che bello leggerti anche qui! il mio corso ci sarà il 27- 28- 1 marzo! Ti mando tutte le informazioni. Fare quel passo insieme sarà bellissimo!
      Ti abbraccio da qui in attesa di farlo di persona!
      Alessia

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *